Pozzi idraulici e impianti idrici

Sopperire all’insufficienza idrica

La mancanza di accesso ai servizi idrici nel Sud del Mondo colpisce spesso i soggetti più emarginati come donne, bambini, disabili e comunità tribali. SEMI è impegnata nel perseguimento dell’obiettivo di sviluppo sostenibile n° 6 (acqua per tutti entro il 2030) tramite l’escavazione di pozzi e la costruzione di impianti di depurazione comunitari.

Per sopperire all’insufficienza idrica che colpisce le aree rurali dei distretti di Khammam e Bhadradri-Kothagudem, l’intervento che spesso risulta più efficace è la costruzione di pozzi idraulici con pompe manuali, di facile manutenzione e con costi di gestione molto bassi.

Il costo di realizzazione del singolo pozzo dipende dalla profondità a cui è disponibile la falda acquifera ma può ragionevolmente stimarsi un valore medio per impianto pari ad € 520,00 (ca. 41.000 INR).

Nei villaggi più grandi, lo staff di campo del SEMI lavora insieme alla comunità locali per organizzare e gestire i “comitati per l’acqua”. Questi gruppi di lavoro, che rappresentano le diverse voci del villaggio, si occupano di organizzare la costruzione e gestione di impianti idrici di depurazione dell’acqua accessibili all’intero villaggio, nonché della costruzione di cisterne di raccolta per far fronte ai periodi di siccità.
Costo di realizzazione cisterna di raccolta delle acque € 6.500 (ca. 520.000 INR).